SPINNING ALLE LAMPUGHE DALLA BARCA

1 Commento Tags: , ,

SPINNING ALLE LAMPUGHE DALLA BARCA

La lampuga è senza dubbio uno dei pesci più divertenti da catturare a spinning; i suoi salti, le sue acrobazie,i suoi continui cambi di fuga la rendono forse il pesce più apprezzato per lo spinning in mare. E’ un pesce

pelagico che tende ad accostarsi nei mesi di agosto, settembre ed ottobre seguendo i vari branchi di aguglie, la loro preda principale.

Molto importante per la pesca a spinning di questo pesce è lo spot.

Le lampughe amano l’ombra e molto spesso si trovano in grandi branchi con molti esemplari e quindi dovremmo assolutamente cercare dei luoghi dove possano riposarsi.

Gli spot più frequenti dove poterle insidiare sono le boe all’esterno dei porti, le imboccature dei porti, le grandi scogliere, i tronchi alla deriva; proprio ovunque possiamo pensare che ci sia una zona ombrata.

Molte volte veniamo aiutati dai salti che effettuano e dalle aguglie che scappano a grande velocità creando una vera e propria onda di pesce.

 

SPINNING ALLE LAMPUGHE DALLA BARCA 1

ATTREZZATURA

La lampuga è un gran combattente e anche se di misura modesta cercherà in tutti i modi di mettere a dura prova la nostra attrezzatura.

Le canne dovranno essere proporzionate alla taglia delle stesse, io personalmente preferisco pescarle in maniera più light, con una 7-35 o una 10-50  con azione medium-fast; per quanto riguarda i mulinelli un 4000 o un 5000 imbobinati con un 25 lb saranno più che sufficienti, il terminale sarà uno spezzone di 70 cm di fluorocarbon di ottima qualità del 0.40.

Sulle esche si potrebbe aprire un dibattito molto lungo, sono un amante dei metal jig ed essendo la lampuga un pesce molto territoriale molte volte non attacca solo per  fame ma anche per territorialità.

Lanciare dei jig in mezzo al branco, meglio se con corpo piatto come i Forcast della Smith Ltd che permettono un affondamento a foglia morta, risulta molte volte risolutivo nei confronti dei pesci più apatici. Il recupero deve essere frenetico poi, proprio per scatenare l’aggressività tipica di questo pelagico.

I colori sono particolarmente importanti, la lampuga ama i colori sgargianti, il rosa, il viola e molte volte il proprio stesso colore, il verde.

Anche i  vari needle, i popper di medie dimensioni e soprattutto i black minnow di taglia piccola si comportano in maniera egregia. La lampuga non è un pesce troppo diffidente, quando è presente attacca e a quel punto comincia il gioco.

La facilità con la quale si slama è disarmante; consiglio di tenere la canna bassa e recuperare in maniera più energica  quando effettua i suoi bellissimi salti, per questo risulta più indicato un mulinello a recupero veloce.

 

IL  TRUCCO

Le lampughe come già detto sono presenti in grossi branchi, potrete usare la tecnica del “rimorchio”. Una volta agganciata una lampuga noterete che tutte le altre la seguiranno. se terrete sempre una lampuga in acqua i pesci rimarranno in prossimità della barca.

IL RISPETTO

Amiamo il mare prima di ogni cosa ed è importante rispettare le sue creature, evitare stragi di esemplari piccoli e grandi e magari prelevare uno o due esemplari che possano deliziare la nostra cena; la lampuga ha una carne gustosa dagli ottimi valori nutrizionali.

Scritto da: Daniele Postorino

Daniele Postorino

Un commento su “SPINNING ALLE LAMPUGHE DALLA BARCA”

  1. Fabio ha detto:

    Daniele Postorino Sindaco!!!
    Nell’articolo davvero… Complimenti!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *