Come catturare un luccio in un canale cittadino

Nessun Commento Tags: , , , , ,

Come catturare un luccio in un canale cittadino

Le città sono ricche di canali cittadini che attraversano le strade, in questa tipologia di acquee si nascondono diversi predatori tra cui il luccio. Gli esemplati che le popolano posso essere più o meno grandi.

Ma come si riesce a catturare un luccio in questa tipologia di spot? Qual è l’approccio migliore per aumentare le possibilità di indurre il pesce all’attacco?

In questo breve articolo Saverio illustra 5 brevi consigli in grado di aiutare tutti i ragazzi che amano lo street fishing ed in particolare quello rivolto alla cattura del luccio.

La canna consigliata

Il primo consiglio che ho da darvi è di selezionare la canna adatta a lanciare esche medio leggere, il luccio è un pesce che può raggiungere dimensioni notevoli. Questa pesce è un ottimo combattente in grado di mettere in difficoltà la nostra attrezzatura, quindi consiglio una canna della lunghezza di 2,00/2,20 metri circa con una potenza di lancio che va dai 10 ai 15 grammi. Questa tipologia di canna rimane comunque un attrezzo che rientra nella categoria del light game, ma offre maggiori performance nel momento in cui andiamo a combattere prede di mole.

Lo spot ideale

Il secondo consiglio è quello di cercare spot in cui si concentra il pesce foraggio e l’acqua rallenta. Spesso il lucci si appostano dietro al pesce foraggio, appoggiati ad erbe sommerse, oppure dietro ad ostacoli. Solitamente il luccio tende a nascondersi ma nel periodo invernale non è raro trovarli appoggiati in zone in cui sono ben visibili. Vi raccomando prudenza nell’approccio, non bisogna spaventarli, per metterli in allarme con la conseguente fuga ci vuole un attimo!

Gli occhiali polarizzanti

Può sembrare banale ma vi assicuro che non lo è assolutamente, avere un buon paio di occhiali polarizzati è di fondamentale importanza. La pesca del luccio in Street si svolge spesso a vista, quindi gli occhiali da sole con lenti polarizzate hanno un ruolo primario. Vi consiglio si usare occhiali con lenti gialle in giornate uggiose e con scarsa luminosità. Il giallo amplifica la visibilità e aiuta ad identificare le sagome che si spostano in acqua.

La scelta dell’artificiale

La scelta dell’artificiale deve essere fatta in funzione del grado di corrente dell’acqua che affrontiamo. Se l’acqua è lenta vanno bene shad in gomma non troppo pesanti, quest’esca è ideale perché può essere recuperata sia linearmente che in verticale. Un grande vantaggio per tutte le varie situazioni che possono verificarsi. Il mondo delle soft bait e delle esche in generale è super ampio, ma uno shad in gomma di qualità è un ottimo alleato.

Il finale per evitare che tagli

Eccoci arrivati al nodo dolente, il terminale! Il light game non va d’accordo con i fili di diametro elevato. Questo perché si utilizzano attrezzature leggere e sensibili ed un filo si spessore elevato limita il tutto. Bisogna però considerare che il luccio possiede una dentatura che non lascia scampo. Anche se è di dimensioni ridotte i denti sono comunque denti ed un terminale di diametro ridotto non lascia scampo. Un piccolo finale in materiale metallico è una garanzia contro i denti del luccio!

Spero che questo brevi consigli possano aiutarvi a catturare qualche luccetto metropolitano!

Scritto da: Saverio Cusmati

Saverio Cusmati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *